Incentivo a supporto dell’imprenditoria femminile

Regione Veneto introduce un contributo quota parte a fondo perduto per le PMI

  • Da 8.000 € a 52.000 € a fondo perduto

  • Investimenti effettuati nel 2021

  • Presentazione domande dal 9 Febbraio

Se sei un’imprenditrice donna o comunque hai in mente una figura che, nonostante il momento, ha in progetto di rinnovare la propria attività, questo articolo può interessarti.

Regione Veneto ha pubblicato un bando finalizzato a supportare le PMI di donne imprenditrici o a prevalente partecipazione femminile nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e dei servizi (con cod. ATECO definito dal Bando).

Possono richiedere il contributo:

  • imprese individuali con titolare donna;
  • società i cui soci siano in prevalenza donne (almeno i 2/3) e contitolari di almeno il 51% delle quote.

L’impresa deve essere regolarmente iscritta al Registro delle Imprese, e la/le titolari, devono essere residenti in Veneto da almeno 2 anni. È necessario inoltre avere una sede operativa o in fase di lancio (con apertura entro il 15 Dicembre 2021) in Veneto.

Con riferimento all’oggetto, rientrano nel bando le spese per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, hardware e nuove attrezzature, nuovi arredi di fabbrica, negozi mobili, mezzi di trasporto (autocarri), opere edili/murarie e di impiantistica, software e sistemi IT, brevetti, licenze, know-how ed altro ancora.

L’importo minimo di spesa deve essere 20.000 € e fino a un massimo di
130.000 €, con investimenti effettuati dal 1° Gennaio 2021 al 15 Dicembre 2021.

Il contributo a fondo perduto è pari al 40% della spesa e varia, di conseguenza, da 8.000 € a un massimo di 52.000 €. Le domande andranno presentate dal 9 al 24 Febbraio (con invio il 2-4 Marzo) e verranno prese in considerazione in ordine cronologico.

L’impresa intenzionata a procedere dovrà mettere per iscritto un progetto imprenditoriale che racchiuda le proprie iniziative. Il progetto verrà valutato dalla Regione secondo alcuni elementi (es. qualità della proposta, grado di innovazione, punti di forza, capacità finanziaria, accuratezza nella descrizione delle spese, ecc…).

Ricordiamo che, al fine dell’invio telematico della domanda sono necessari lo SPID del legale rappresentante e la firma digitale.

Siamo a disposizione per valutare assieme ogni caso nello specifico.

Per saperne di più al link:

https://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=5623&fromPage=Elenco&high=

Cerchiamo di darvi il nostro meglio.

CONTATTATECI